Parcheggia e sbaglia pulsante per il pagamento, donna si indebita di 1400 euro

Redazione

Parcheggia e sbaglia pulsante per il pagamento, donna si indebita di 1400 euro

| 08/08/2019
Parcheggia e sbaglia pulsante per il pagamento, donna si indebita di 1400 euro

Il pulsante sbagliato ha rovinato il conto in banca di una signora che ha parcheggiato la sua macchina prima di prendere il treno

Secondo un vecchio proverbio italiano, l’arrabbiarsi non paga i debiti, ma come potrebbe non imbufalirsi una signora residente a Firenze che si è indebitata per un errore che fa sensazione. La storia è stata raccontata a un’associazione nostrana che si occupa dei diritti dei consumatori, l’ADUC (Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori). La colpa è tutta di un pulsante.

La donna ha chiesto aiuto all’ente senza scopo di lucro dopo aver scoperto di dover saldare un conto di ben 1400 euro. Cosa ha combinato nello specifico? Come riferito dalla stessa ADUC, la protagonista del pasticcio ha una disabilità e qualche tempo fa ha sistemato la sua auto nel parcheggio della stazione Santa Maria Novella. Il viaggio in treno è durato diversi giorni.

La signora non si è preoccupata del veicolo, rimasto in uno stallo riservato e senza alcun costo da sostenere proprio per il fatto che si sta parlando di una persona disabile. Al ritorno c’è stata un’amara sorpresa, dato che la viaggiatrice si è accorta che avrebbe dovuto pagare 1400 euro per i giorni di parcheggio altrimenti non avrebbe potuto uscire per alcun motivo al mondo.

I responsabili di “Firenze Parcheggi” hanno svelato lo sbaglio clamoroso. La proprietaria del mezzo avrebbe dovuto premere un pulsante diverso rispetto a quello che è stato digitato per usufruire dell’agevolazione, di conseguenza è costretta a sostenere il prezzo pieno. Possibile che non ci sia un qualsiasi appiglio? L’associazione dei consumatori sta promettendo battaglia.

Copyright © 2019 - bengbeng.it