Vede un cane in un’auto rovente e va nel panico, distrugge il vetro ma scopre che è solo un peluche

Redazione

Vede un cane in un’auto rovente e va nel panico, distrugge il vetro ma scopre che è solo un peluche

| 07/09/2019
Vede un cane in un’auto rovente e va nel panico, distrugge il vetro ma scopre che è solo un peluche

Un passante sconosciuto si è preoccupato e ha deciso di salvare quello che gli sembrava un quattrozampe: il peluche era troppo realistico

Bello il gesto, belli i sentimenti e bella la notizia, peccato che ci sia un “ma” grande come una casa. Non si può non prendere spunto dal dialogo tra il Marchese del Grillo e Aronne Piperno per parlare di quello che ha fatto il misterioso individuo che voleva salvare un animale e che si è accorto troppo tardi che era un semplice peluche. La notizia è stata resa pubblica su Facebook.

Un uomo ha deciso di mostrare la foto della propria auto con il vetro corrispondente ai sedili posteriori completamente distrutto. L’ennesima denuncia per un tentativo di furto? Un incidente pericoloso ma andato a finire bene? Niente di tutto questo, un anonimo passante stava camminando nei pressi del veicolo e si sarebbe subito accorto che qualcosa non andava.

I fatti si sono svolti a Weston-super-Mare, cittadina inglese che affaccia sul mare e che si trova a poca distanza da Bristol. L’indizio principale è rappresentato dalla pubblicazione delle immagini sul gruppo social dedicato a questa località britannica. Sono le parole del proprietario della macchina che fanno capire meglio l’accaduto, una vicenda ai limiti del surreale, ma anche memorabile.

Vetro rotto e peluche

Fonte: Ladbible

Ecco cosa c’è scritto online: “Avevo parcheggiato per fare qualche acquisto e sono tornato dopo una ventina di minuti per poi accorgermi che qualcuno aveva infranto il vetro. Altro che ladro, qualcuno ha scambiato il pupazzo di mia figlia per un cane autentico che era intrappolato nell’abitacolo e stava morendo di caldo“. Le reazioni sono state immediate e di ogni tipo.

Copyright © 2019 - bengbeng.it